GESTIONE DEI CONFLITTI

Il conflitto scava nella nostra vita, giorno dopo giorno, un solco profondo, in noi e in chi ci sta intorno che, quando anche non sia coinvolto in prima persona, patisce ugualmente ciò che esso porta con sè:

i racconti estenuanti, la rabbia di non riuscire a disincagliarsi dalla situazione, il rammarico di non poter far scomparire il nemico.

In chi lo vive direttamente diminuisce la disponibilità alle relazioni in generale, aumenta la tendenza all’aggressività e alla contrapposizione.

Si riduce la capacità di espressione, si convogliano tutte le energie verso la difesa e l’offesa subita o agita.

La motivazione al lavoro precipita.

E, troppo spesso, travolti dagli effetti immediatamente dannosi del conflitto, non abbiamo consapevolezza delle conseguenze indirette, eppur non meno gravi,che conpromettono la qualità della nostra vita e il nostro stile di relazione.

Si tratta di situazioni in cui le mancate risposte a un dialogo cercato, magari con modalità non del tutto serene, hanno alimentato forme di isolamento, di sfiducia e di trasgressione delle regole.

Questa guerra

Questa guerra logora i suoi attori, della fine della spontaneità, del meglio che una condizione armoniosa del vivere sa far produrre.

Eppure, per ripercorrere la strada opposta verso una vita più serena basta l’intervento di uno solo:

di quello che trova la forza di reagire costruttivamente e di chiedere un aiuto a chi, estraneo da ogni relazione, può inserire elementi nuovi nella riflessione per risolvere la situazione.

Spesso la terapia evidenzia quanto siano risolvibili alcuni conflitti sedimentati nel tempo che impediscono una completa realizzazione delle proprie potenzialità e che una volta superati permettono di utilizzare una quantità di energia bloccata dal conflitto di fluire verso la realizzazione di nuovi obiettivi personali.

“Utilizzo una modalità di intervento orientata a sviluppare le potenzialità umane e la riduzione del disagio nel rispetto delle inclinazioni e delle caratteristiche personali”

blu psicologo milano

Dott. Donato Saulle

Panico Psicologo Milano

blu psicologo milano

Psicologo Milano – Psicoterapeuta –

Via Santa Maria Valle, 3/a – MILANO – Cell. 3477966388depressione psicologo milano

Tratto da: Oltre il conflitto – Dalla mediazione alla relazione costruttiva
Autore: Maria Martello
Editore: McGraw-Hill