LE PAROLE PER DIRLO

LE PAROLE PER DIRLO

Storia di una rinascita femminile di Marie Cardinal

“La comprensione del proprio passato lo cambia“

Marie Cardinal 

Marie Cardinal, nata ad Algeri nel 1929, insegnate di filosofia e giornalista, è stata autrice di numerosi romanzi di successo sulla condizione femminile.

Tra le traduzioni italiane ricordiamo: In altri termini (1977) Una vita per due (1979), La trappola (1983), Come se niente fosse (1992) 

Le parole per dirlo

E’ stato pubblicato per la prima volta nel 1975.

Incubi, angosce, paura della morte e della vita. E‘ un male che paralizza, inibisce, confonde, fa perdere conoscenza di sè, annulla il senso delle proprie azioni.

La famiglia, i ruoli, la condizione di donna, la società, la morale. E a monte un’infanzia tradita, presupposti sbagliati, pregiudizi, ossessioni arcaiche…

E‘ la storia tutta al femminile di un’analisi, di un graduale recupero di sè, di una nuova nascita nella consapevolezza.

Una storia che, tradotta nella pagina, ha sconvolto, commosso e convinto.

Marie Cardinal è ormai il simbolo di una certa scrittura, di un modo intimo, caldo e vero di affrontare il problema femminile dalla parte del linguaggio.

 

In certi momenti

In certi momenti durante le mie crisi sono stata più acuta e più lucida di quanto non sarò mai più.
Ne serbo un ricordo struggente.
Durante quei momenti di crisi avevo scoperto nella mia mente certe strade di cui non avrei mai sospettato l’esistenza se fossi stata normale. Ero capace di una incredibile agilità intellettuale.
Mi venivano, di tanto in tanto, dei pensieri acuti, sottili, chiari, che mi portavano a una maggiore conoscenza, a una comprensione più profonda di ciò che mi circondava.
Osservavo gli altri e li vedevo prendere direzioni tanto diverse dalla mia, addirittura opposte, tanto pericolose per loro che volevo fermarli, avvertirli del rischio che correvano.
Non lo facevo perchè mi credevo malata e pensavo che queste scoperte fossero frutto della pazzia.
Come potevo tremare all’idea che gli altri si perdessero se la pazza ero io?

In questa esplorazione nelle profondità del mio inconscio la prima cosa che ho capito è stato il sistema di segnali, in seguito ho scoperto il segreto dell’apertura di molte porte.
La resistenza della nostra mente ad aprire queste porte è straordinaria.

Per poter controllare la mia violenza ho dovuto imparare il rispetto degli altri e il rispetto di me stessa.
Sono diventata responsabile.
E non è stato facile.

Nel Sertao

Nel Sertao, una delle zone più secche e aride del Brasile, crescono radi cespugli.
Se si tenta di strapparli ci si accorge che le radici sono robustissime e diventano sempre più grosse in profondità.
Continuando a scavare si scopre che comunicano con le radici degli altri cespugli e tutte convergono verso una radice ancora più grossa che scende sempre più giù,  fino a diventare un unico enorme tronco che perfora il terreno come un trapano.
Si tratta infatti di un albero gigantesco che si è sotterrato da solo fino a venti o trenta metri sotto terra per cercare l’acqua per sopravvivere.
I cespugli che affiorano in superficie sono soltanto le estremità dei rami e le foglie di questa pianta gigantesca e sommersa.

blu psicologo milano

Dott. Donato Saulle

Psicologo Milano Donato Saulle

blu psicologo milano

Psicologo Milano – Psicoterapeuta – Via San Vito, 6 (angolo Via Torino) – MILANO– Cell. 3477966388BLU

Fonte: “Le parole per dirlo” di Marie Cardinal