IL DESIDERIO DI RENE’ GIRARD

RENE’ GIRARD

(Avignone 1923 – Stanford 2015) è stato un antropologo, critico letterario e filosofo francese.

Il suo lavoro appartiene al campo dell’antropologia filosofica e ha influssi su critica letteraria, psicologia, storia, sociologia e antropologia.

Ha scritto diversi libri, sviluppando l’idea che ogni cultura umana è basata sul sacrificio come via d’uscita dalla violenza mimetica (cioè imitativa) tra rivali.

Le sue riflessioni si sono indirizzate verso due idee principali:

  • il desiderio mimetico,
  • il meccanismo del capro espiatorio (che sarà approfondito in un futuro post).

IL DESIDERIO DI RENE’ GIRARD

René Girard sosteneva che non esiste un vero desiderio individuale, ma solo un desiderio mediato, che imita il desiderio di un’altro che ha suggerito l’oggetto da possedere.

Tutto ciò significa che il rapporto tra soggetto e oggetto non è diretto e lineare, ma è sempre triangolare: soggetto, modello, oggetto desiderato.

Al di là dell’oggetto, è il modello (che Girard chiama «il mediatore») che attira il desiderio.

In particolare, a certi stadi di intensità, il soggetto ambisce direttamente all’essere del modello.

Così si istituisce la mediazione del modello ed una prima trasfigurazione dell’oggetto.

Ad esempio, un determinato oggetto è qualcosa di più di quel’oggetto, altrimenti  qualsiasi modello servirebbe allo scopo; e invece è  l’oggetto su cui proietto la mia carica libidica, che mi permette non solo di avere ma sopratutto di essere.

Di essere e di avere quelle caratteristiche che io attribuisco al possessore dell’oggetto.

Per questo Girard parla di desiderio «meta-fisico»: non si tratta per lui di un semplice bisogno perché «ogni desiderio è desiderio d’essere».

Ma focalizzare il proprio desiderio su un modello è già riconoscergli un valore che si pensa di non possedere ed equivale a constatare la propria insufficienza di essere umano e dare a sè stessi un giudizio di disvalore rispetto al modello.

E’ per questo che potrebbe essere utile, per tutti e oltre ogni sintomo, intraprendere un percorso terapeutico che porta alla conoscenza di sè e dei propri introiettati modelli irraggiungibili che sono la radice della propria sofferenza e che impediscono di far emergere il proprio, vero, unico e personale, desiderio.

blu psicologo milano

Dott. Donato Saulle

meccanismi psicologo milano

blu psicologo milano

Psicologo Milano – Psicoterapeuta – Via San Vito, 6 (angolo Via Torino) – MILANO  – Cell. 3477966388blu psicologo milano

     

Fonti:
“La teoria del desiderio mimetico in René Girard. Verità romanzesca e menzogna romantica”.
“René Girard: di miti, religioni e capri espiatori” di Marco Aime
“La mancanza e il desiderio” – Giselle Ferretti
https://it.wikipedia.org/wiki/Ren%C3%A9_Girard

Immagine: Free curve to the point – Kandinskyblu psicologo milano